Banner
Banner
Giovedì 05 Aprile 2012 20:38

Sugar Daddy - Pickard Usa

Rate this item
(3 Voti)
Sugar Daddy - Pickard Usa Photos © QC Cong
E’ ufficialmente primavera. Anche se, nel momento stesso in cui scrivo, sembra più autunno inoltrato. Altro che primavera. Stamattina pioveva, il sole si è nascosto ben bene dietro le nuvole, e sono tornato ad indossare la felpa.
E pensare che, solo sabato scorso, accendendo la moto, faceva talmente caldo che mi veniva quasi voglia di mettere i bermuda e una t-shirt. Altro che giubbotto di pelle e stivali.
L’unico comfort refrigerante che mi sono concesso sono state le Converse e una maglia leggera a manica lunga. Sopra tutto la giacca di pelle, ci tengo a precisare, altrimenti i puristi della sicurezza in moto si incazzano.
Vi starete già chiedendo il motivo di questo sproloquio alla Bernacca: forse nessuno, forse invece, nella mia mente che va a gasolina, tutto.
L’idea è semplice: ero in giro con amici, io con la mia fida Bonneville, manubrio Tommaselli Condor invertito, pedane centrali, sella ribassata, caricato sull’anteriore, circondato da gente con Electra Glide, Ultra Glide, moto super comode, selle che sembravano poltrone, e passeggere talmente comode che a qualcuna iniziava a calare la palpebra. Sentivo dietro di me la mia compagna agitarsi in curva, appollaiata sulla sella a mo’ di trespolo, a far leva sui muscoli del culo - scusate il francesismo - per non cadere dalla moto.
E per un attimo ho provato ad immaginarmi in sella ad una di queste Harley. Gambe in avanti, braccia ben protese in avanti, posizione comoda, stereo acceso, borse in vetroresina riempite con il necessaire per il weekend… no, mi sono dovuto a forza svegliare dal sogno, questo tipo di moto proprio non fanno per me. A meno che… mi è venuta in mente una moto in particolare, una special blu e bianco, dalle ruote dal diametro generoso, scarna e semplice quanto basta per farsi notare ma non troppo, con una bellezza tutta sua, da capire, da apprezzare, da amare o da odiare.
Una bagger come la Sugar Daddy, costruita da Pickard Usa, veri e propri specialisti in fatto di baggers. Un’azienda che nasce e vive grazie alla progettazione e realizzazione di cerchi speciali, ma che non ha paura di rimboccarsi le maniche, abbandonare per un attimo le macchine a controllo numerico, per inventarsi e costruire una special. Che monti - ovviamente - cerchi fatti in casa.
Anche la Sugar Daddy non è da meno, e a far bella mostra di sé, all’anteriore, troviamo un cerchio modello Black Sugah da 26 pollici, che fa il paio con il fratello, al posteriore, da 18.
La moto di partenza è una Harley-Davidson Street Glide del 2009. Difficile riconoscere la base, se non per pochi piccoli dettagli, in questa splendida special. Ci sono voluti 3 mesi - neanche tanto, in fin dei conti - per smontare tutto, decidere quali pezzi tenere buoni e quali buttare nello sgabuzzino, immaginare la moto finita e assemblarla. 3 mesi di duro lavoro ma, a parer mio, decisamente ben spesi. Sarà che le bagger mi sembrano la giusta via di mezzo tra una tourer e un chopper, sarà per quell’aria da bastarda che gli dà il cerchio anteriore… insomma, un giretto di prova lo farei ben volentieri.
Il motore da 110 c.i. ha mantenuto la maggior parte degli elementi Harley-Davidson: valvole, cilindri, teste, mentre alcuni elementi sono stati sostituiti con qualcosa di più performante, come ad esempio il carburatore Mikuni, cammes Feuling, filtro dell’aria Pickard Usa, il bellissimo impianto di scarico, che punta dritto verso il cielo, fornito dalla Martin Bros e modificato in fase di adattamento al progetto.
A far girare la ruota posteriore ci pensa una trasmissione HD a 6 velocità, il numero di marce perfetto per mantenere una velocità costante su una highway americana facendo borbottare di piacere il motore.
Il telaio è più o meno l’originale della Street Glide, anche se, ovviamente, qualche modifica l’ha subita: parliamo dell’inclinazione del cannotto di sterzo a 35°, leggermente stretchato, allungato, con un bel single downtube a collegare la parte alta con la parte bassa del telaio stesso.
Il serbatoio della benzina in due parti hand-made è stato montato sottocanna, per mantenere una linea quanto più pulita e lineare nella parte alta, e perfettamente si raccorda alla sella Saddlemen riadattata. I fianchetti sono stati forniti dal catalogo Arlen Ness, e nascondono al loro interno la batteria e il serbatoio dell’olio, lasciando immacolato lo spazio dietro il cilindro posteriore.
La moto risulta bassissima sull’asfalto grazie ad un immancabile, in questo tipo di progetti, sistema di sospensioni Air Ride, montato sia al posteriore che sulla forcella anteriore.
E poi tutta una serie di accessori e dettagli, più o meno tecnici, che non sto qui ad elencarvi: sarebbe troppo lunga la lista, che risulterebbe quasi noiosa.
Ah, quasi dimenticavo un particolare imprescindibile: l’impianto stereo composto da amplificatore e speakers della Kicker, che non so quanti watt di potenza generi, ma di una cosa sono sicuro: tra il rumore dello scarico e il sound dello stereo, questa special suona maledettamente rock’n’roll!

Additional Info

Share on Myspace
***Annunci sponsorizzati***
Banner
Vuoi pubblicizzare la tua azienda? Contattaci per sapere come! info@kustomgarage.it

Accedi al sito

Kool Places

Federazione Italiana Customizer KustomGarage - THE Blog
Harley-Davidson-Logo

KustomTV

Kustom News

Tall, narrow and angry, the new Burly Jail bar sits defiantly on your triple tree daring anyone to make eye contact. Available in 10”, 12” and 14” heights...
L'Italian Motorcycle Championship sbarca per la prima volta a Motor City, padiglione dedicato al Custom e all'American Way of Life all'interno del...
The Maverick series’ distinct precision machined billet aluminum tips with a matte black high-temp ceramic coating complement the existing product line...
Harley-Davidson made improvements to the entire 2014 model year Touring family of motorcycles. Perhaps the most talked about change was the addition of...
When we set out to build a line of RSD seats we didn’t want to reinvent the wheel. It was more about taking what we love about the classic designs and...

Submit Content

Submit-Button

Siamo sempre alla ricerca di contenuti, progetti, foto, video e storie interessanti sulle vostre due e quattro ruote.
Se hai qualcosa da condividere contattaci inviando una email.
Verrà citata la fonte della storia (ovviamente), e poi cosa c'è di meglio che mostrare ai tuoi amici che la tua storia è degna di KustomGarage Magazine?

Potrebbe interessarti anche:


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.kustomgarage.it/home/modules/mod_aidanews2_K2/helper.php on line 732

Utenti online

Nessuno

Seguici su:

Seguici su Facebook! Twitter-bn GooglePlus-bn RSS-bn
Newsletter-bn Blogger-bn Seguici su Tumblr.! Follow Me on Pinterest
Il canale Youtube di KustomGarage Magazine Seguici su Instagram!

Languages

Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Partners

V8 American Car Club
MotoCustom
La pagina dei Motoraduni
TeknoSelle
SPQR Moto
BCycles: bici custom!
Gallura Custom
Kustomrama - Traditional Rod&Kustom Wikipedia

Newsletter